TEDxTrento 2017: Giuseppe Bertone e Matteo Flora

Carissimi appassionati TED,

l’appuntamento con le ideas worth spreading del futuro è ormai alle porte e sono tante ancora le cose ancora da FARE! Il nostro team è sempre al lavoro per rendere il 25 novembre una giornata indimenticabile. Perchè, per diventare i pittori del domani, bisogna potersi ispirare a grandi maestri e sbirciarne le opere, con la coda dell’occhio e tanta voglia di creare qualcosa di unico e magico. Da grandi artisti, i nostri speaker si sono fidati di loro stesso, hanno agito senza perdere tempo e, pur con qualche rischio ed imprevisti di troppo, hanno esplorato orizzonti nuovi, che li hanno portati addirittura sul palco di TEDxTrento. Sentieri diversi, ma tutti accomunati da un fattore: la voglia di fare!

Il cammino intrapreso da Giuseppe Bertone è quello del mondo IT e dell’intelligenza artificiale: appassionato di scienza e tecnologia, hacker dai buoni propositi e professionista versatile nel settore ICT, sogna la creazione di un nuovo mondo IT, completamente centralizzato. Giuseppe non ha paura dei cambiamenti ed, anzi, ha abbracciato professionalmente quanto di più innovativo ci possa essere: l’intelligenza artificiale. Il prossimo obiettivo? Prendere consapevolezza della loro presenza ed agire fattivamente per dar vita ad un controllo delle AI, senza perdere di vista l’eticità e il contributo di altre tecnologie. Un’impresa pionieristica? O solamente i segni dei tempi che verranno?

L’intelligenza artificiale sta a cuore anche ad un altro protagonista del palco di TEDxTrento 2017: Matteo Flora. Grande estimatore di TED e del suo messaggio di innovazione e condivisione, Matteo ci parlerà della digital propaganda, la nuova diffusione di idee 2.0, inaugurata dall’avvento dei social network e dalla pervasività di informazioni ottenibili in tempo reale, senza alcun filtro. Ed è qui che rientrano in gioco le intelligenze artificiali: potenziando la capacità di  queste nuove piattaforme digitali di raggiungere un pubblico sempre più ampio, nessuna barriera potrà essere più realmente posta alla diffusione di nuovi contenuti ed idee. Con una sola eccezione: la conoscenza degli “errori di programmazione” insiti nell’essere umano, una macchina affascinante nella sua complessità ed imperfezione. Saprà l’intelligenza artificiale rendersi padrona di questi “errori di programmazione”? e come potrà sfruttarli a suo vantaggio?

Matteo risponderà insieme a voi ad alcune di queste domande e ci ricorderà quanto il futuro sia ricco di sfumature tutte ancora da tratteggiare. Ed è proprio a TEDxtrento 2017 che cominceremo ad abbozzare un domani migliore.

Vi aspettiamo!

Edizioni precedenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi